Fotografare casa per venderla prima: i 7 trucchi del mestiere

28 Ottobre 2021
0 Commenti

Fotografare casa nella maniera corretta è fondamentale per chi vuole vendere casa velocemente e senza stress. Troppo spesso vedo annunci con foto sfocate e sciatte che non rendono giustizia all’immobile. Mi sembra quasi impossibile che ancora oggi, con tutti gli strumenti tecnico-digitali a nostra disposizione, ci siano ancora fotografie che, oltre a non valorizzare l’immobile, riescono addirittura a svilirlo.

Il fatto che queste fotografie riguardino annunci di vendita redatti proprio da agenzie immobiliare rende la questione preoccupante, sotto più punti di vista.

Per questo motivo ho preparato questa comoda guida alla fotografia immobiliare in 7 passi con consigli che possono (e devono) essere messi in pratica da subito.

Home Staging e la preparazione degli ambienti

Andresti ad una cena di gala senza pettinarti o esserti fatto la barba? Non credo. Un bello scatto non passa solo attraverso una buona abilità fotografica, ma anche attraverso la preparazione del soggetto. (E infatti c’è chi aspetta il matrimonio degli amici per farsi fare una foto in abito elegante da mettere su LinkedIn!)

Lo stesso vale per il tuo immobile. Non mi dilungherò, in questa sede, su quanto siano importanti ordine e pulizia. Posso darlo per assodato, vero?

La casa, l’appartamento o la tua villa a Milano meritano tutte le attenzioni affinché possano mostrare la parte migliore di loro, rendendole accattivanti e presentabili ai futuri acquirenti.

Così come il nostro abito migliore e il make-up sono capaci di valorizzare i nostri punti di forza, l’home staging è una tecnica utilizzata per presentare al meglio un immobile.

Illuminazione, arredamento, atmosfera, depersonalizzazione degli ambienti, ma anche suoni e odori… tutto dev’essere studiato alla perfezione.


Lavoro da anni con Anastasia di Kreu e devo ammettere che, grazie alla sua abilità di home stager, ho visto immobili cambiare completamente marcia. Non si tratta di alterare la realtà, ma di riuscire ad esaltare le qualità dell’abitazione in modo da farle percepire ai potenziali clienti.

Un ultimo appunto: le fotografie di immobili vuoti sono decisamente meno attraenti di quelle che mostrano l’arredamento. Ti consiglio quindi, ove possibile, di fare il servizio fotografico prima di aver svuotato l’immobile o di valorizzarlo con l’home staging.

Non ci sono mai abbastanza foto

Una foto del salone, una della camera e una del bagno non bastano. È ormai risaputa l’importanza che gli acquirenti danno alle immagini di ciò che vogliono acquistare, dai più piccoli oggetti (vedi le schede prodotto che si trovano su Amazon) alle scelte più importanti.

Sii generoso nel fotografare la tua casa: più foto ci sono nell’annuncio e meglio è.

I potenziali acquirenti desiderano vedere l’abitazione da ogni angolo per capire al meglio tutti i dettagli dell’immobile. Assicurati quindi di includere numerose foto delle stanze prese da varie angolazioni, ma anche di fare qualche foto dei dettagli delle finiture (specie se di particolare pregio).

Se non sei ancora convinto dell’importanza di mettere molte foto in un annuncio, ti basti pensare che più foto ci sono, più il potenziale acquirente si intratterrà sul tuo annuncio, scoprendone tutti i dettagli.

Mi capita spesso di vedere annunci di case in vendita a Milano senza fotografie. Sappi che, oltre ad essere decisamente poco attrattive, sono anche penalizzate dagli stessi motori di ricerca.

Fai attenzione alla luce

Assolutamente bandite le foto poco illuminate! Il tempismo è fondamentale in questo caso e, per fotografare casa, ti consiglio di aspettare il momento giusto della giornata o di fotografare gli ambienti in momenti diversi, quando sai che possono risaltare al meglio.

Ti consiglio sempre di prediligere la luce naturale, aprendo tutte le persiane e gli scuri e scostando le tende. Accendi le luci presenti nella stanza e anche quelle delle stanze attigue, in modo che la luminosità entri anche da altre zone.

Se la stanza non è provvista di luce naturale, ti consiglio di regolare bene l’otturatore della macchina fotografica, per captare quanta più luce possibile dall’illuminazione artificiale.

Infine evita l’utilizzo del flash che tende ad appiattire eccessivamente l’immagine della stanza e che, riflettendosi su pareti lucide, crea un fastidioso effetto ottico.

Giocati il calcio d’angolo per fotografare gli interni della casa

Una foto scattata con l’angolazione sbagliata rischia di far sembrare una stanza più piccola e angusta. Ti consiglio di posizionarti sempre in un angolo della stanza da fotografare e di puntare l’obiettivo sull’angolo opposto.

Anche l’altezza è importante. Per dare l’idea di una maggior profondità, abbassa la macchina fotografica ad altezza fianchi, in modo da includere pavimento e soffitto nell’inquadratura.

Assicurati che l’inquadratura sia corretta, che la foto sia dritta e messa a fuoco correttamente. In questo caso puoi utilizzare un treppiede per aiutarti.

Anche il grandangolo è uno strumento fondamentale per fotografare l’interno della casa, perché riesce a ricomprendere più dettagli, senza incurvare l’immagine.

Conosci la regola dei terzi?

Non mi riferisco alla regola di proporzione dei Negroni, ma alla griglia impostata nell’inquadratura. A prescindere dal dispositivo che utilizzi per fotografare casa, ti consiglio di attivarla dalle impostazioni.

Il campo fotografico verrà così diviso da due linee verticali e da due orizzontali più grosse e da altre griglie più sottili. I punti di intersezione tra le linee più spesse identificano le aree che catturano maggiormente l’attenzione.

Se la stanza da fotografare ha un elemento particolarmente interessante ti consiglio di inquadrarlo in una di queste intersezioni, in modo da catturare l’attenzione su quel particolare.

Il contesto che conta

Pensare che chi acquista casa stia comprando solo degli spazi da abitare è fuorviante. Il contesto dell’abitazione è importante tanto quanto la casa stessa.

Fotografa la casa anche dall’esterno. L’aspetto della facciata, la comodità di negozi e servizi nelle immediate vicinanze, oppure la presenza di spazi verdi. Scatta fotografie in giornate di sole e avendo cura che la facciata non resti in ombra.

Se si tratta di una casa singola o di una villa con giardino non trascurare l’impatto emotivo del verde che la circonda. Se dispone di un terrazzo, mostra al potenziale cliente com’è bello il panorama o quanto è preziosa la luce alle prime ore del mattino.

Se si tratta di un appartamento all’interno di un condominio, è importante far comprendere, attraverso le foto, il tipo di stabile. Si tratta di un’abitazione medio-signorile, di uno stabile a ringhiera, di un complesso di nuova costruzione? Le foto del contesto dovrebbero rispondere a queste domande andando a focalizzarsi sugli spazi condominiali comuni.

Extra mile per fotografare casa e venderla prima

Hai seguito tutti i consigli su come fotografare casa per vederla più velocemente e, nonostante questo, il telefono non squilla come vorresti. Com’è la descrizione dell’immobile? Come sono le informazioni? Veritiere e abbondanti o scarne e poco rispondenti al reale?

Se hai dato un’occhiata al nostro sito, avrai sicuramente notato quanta cura e attenzione mettiamo in ogni singolo annuncio. Lavorando da anni nel mercato immobiliare, sappiamo esattamente come attirare l’attenzione dei potenziali acquirenti.

La fotografia immobiliare serve proprio a valorizzare i punti di forza dell’abitazione e raccontarne la storia, in modo che chi osserva possa immedesimarsi al loro interno.

Ci sarebbero ancora tanti altri consigli da darti. Creare un annuncio immobiliare accattivante è più complesso di quello che sembra e, soprattutto, più importante di quanto si creda.

Sentiti libero di contattarmi se vuoi approfondire l’argomento oppure se vuoi affidarti ad un esperto per vendere la tua abitazione a Milano e provincia in minor tempo.

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla newsletter per ricevere i nostri aggiornamenti
Inserire un indirizzo email

© 2021, MORABITO IMMOBILIARE MILANO. RIPRODUZIONE RISERVATA