FRANCESCO MORABITO

L’ Agente della Morabito Immobiliare

La cosa più difficile è parlare di sé, non trovi? Eppure se fossi in procinto di fare uno dei passi più importanti della mia vita, come quello dell’acquisto o della vendita di un immobile, vorrei conoscere per filo e per segno il professionista al quale mi sto affidando.

E allora eccomi. Sono Francesco e lavoro nel campo dell’intermediazione immobiliare di Milano da circa trent’anni. Solo a dirlo mi viene un sorriso enorme. Gli americani dicono che chi non cambia lavoro non ha voglia di crescere, io dico che non hanno mai provato a lavorare nel mercato immobiliare milanese.

Una realtà in continua evoluzione. Un turbinio di innovazioni legislative, ma soprattutto di tecniche legate alla vendita che se solo guardo ai miei inizi non posso non sorridere.

I miei inizi su strada

Era il 15 maggio del 1995, il mio primo giorno di lavoro in un’agenzia di Milano. Per paura di arrivare in ritardo, alle 7.30 ero di fronte all’agenzia… che apriva alle 9.00.

Arrivò la moglie del titolare, mi guardò (non senza un certo disprezzo) e mi fece entrare. Mi diede una fotocopia della pianta di Milano, con evidenziate alcune vie della città, un taccuino e mi disse (sempre con la solita grazia) di andare a “tirare giù i cartelli”.

Non discussi minimamente l’ordine ricevuto e, con molta perplessità, raggiunsi a piedi la zona e cominciai a strappare i cartelli affissi ad ogni portone, con grande determinazione.

Dopo tre ore, stanco e sudaticcio, rientrai in ufficio con circa 100 cartelli sotto il braccio. I miei colleghi si misero a ridere, mentre la moglie del titolare mi aggredì verbalmente. Le risposi con rabbia e le dissi che: “se mi ordina di tirare giù i cartelli io eseguo”.

Mi spiegò che tirare giù i cartelli significava copiare sul taccuino la via, il civico, il numero dei locali e il numero di telefono dell’agenzia. Era il primo passo per risalire al proprietario della casa in vendita.

Fortunatamente il mio metodo per l’acquisizione e la vendita degli immobili a Milano si è evoluto di giorno in giorno. Quella che invece non è cambiata è stata la mia determinazione.

Alcuni dei miei risultati

Dopo aver superato l’esame di abilitazione allo svolgimento della professione di Agente d’Affari in Mediazioni Immobiliari, mi sono iscritto alla C.C.I.A.A. di Milano, dapprima al n. 8270-MI (Ruolo Agenti d’Affari in Mediazione Immobiliare) e in seguito al REA n. 1918326.

Sono associato a Fimaa, il Collegio Agenti d’Affari in Mediazione delle Province di Milano, Monza & Brianza, sono iscritto all’Associazione Valutatori Immobiliari Indipendenti (e-Valuations) e contribuisco da diversi anni a rilevare i prezzi di mercato per NOMISMA.

Ho ottenuto la prestigiosa qualifica di Specialista Residenziale Certificato dal Council of Residential Specialist, che viene rilasciata solo a seguito del superamento di rigidi parametri qualitativi.

Ho aggiunto alle mie competenze il titolo di Amministratore di Condominio Professionista presso A.N.AMM.I., non per esercitarne l’attività, ma per conoscere a fondo tutti gli aspetti legislativi e contabili di una realtà complessa come quella di un condominio.

Recentemente ho inoltre aderito a Milano MLS, un gruppo di collaborazione immobiliare formato da Professionisti Indipendenti che collaborano e condividono tra loro il proprio lavoro.

Magari molte di queste sigle ti sembreranno oscure, ma per me hanno significato negli anni una formazione e una crescita costante.

Ma ciò che mi ha dato più soddisfazione, lavorativamente parlando, sono stati i clienti e i successi della Morabito Immobiliare.

Da affiliato delle reti in Franchising (Tecnocasa, Pirelli Re Franchising e Grimaldi Immobiliare), ho infine deciso di aprire un’agenzia che rispecchiasse a pieno i miei valori, i miei ideali e il mio modo di intendere l’attività immobiliare.

I miei valori

Il principale aspetto che non ero più disposto a sacrificare era la trasparenza. Credo fortemente che sia un onore seguire un cliente nei passi più importanti della sua vita. Entro quotidianamente in contatto con realtà complesse, problematiche ereditarie, decisioni difficili da prendere, “missioni impossibili”, sogni e desideri da realizzare. Come potrei non essere trasparente quando queste persone si stanno affidando completamente alla mia professionalità?

Ho sempre messo passione e grande dinamismo nel mio lavoro per riuscire a stare al passo con i tempi. I miei collaboratori dicono che “10 ne penso e 100 ne faccio”, ma per me la sperimentazione e l’innovazione sono il fulcro per continuare ad essere un punto di riferimento nel mercato immobiliare.

Considero l’intermediazione non solo come l’arte di cercare un compromesso tra la vendita e l’acquisto, ma soprattutto come la capacità di fornire servizi e consulenze mirate a 360°, che permettano a ciascun cliente di realizzare i suoi desideri in maniera veloce, efficace e definitiva.

Insomma, «non chi comincia ma quel che persevera», come nel motto dell’Amerigo Vespucci per l’addestramento dei futuri ufficiali della Marina Militare. Vocazione e formazione, due concetti che mi porto dentro nello svolgere quotidianamente la mia professione.

Impossibile allora non ringraziare tutte le persone che negli anni si sono fidate di me per comprare o vendere la loro casa, tutti coloro che sono stati puntuali agli appuntamenti, ma anche chi si è presentato sempre in ritardo facendo crescere il mio self control (e il conto in banca del tabaccaio).

Un ringraziamento va anche ai miei primi titolari (si, ne avevo cinque) che hanno creduto in me, ma anche a coloro che non credevano in me (se hai letto la storia degli inizi, una l’hai già conosciuta), in quanto la loro diffidenza ha alimentato fortemente la mia determinazione nel fare questo lavoro e nel farlo in un modo diverso.

Insomma, credo di averti raccontato tutto. Forse avrò dimenticato tanto, ma ora sono pronto per ascoltare la tua storia.

Francesco Morabito