Coronavirus: quali scenari per il mercato immobiliare?

16 Marzo 2020
0 Commenti

Proprio in questi giorni l’Italia, e in modo più duro la Lombardia, sta affrontando un’emergenza senza precedenti nell’era moderna. Il contagio da Covid-19, il nuovo coronavirus, sta mettendo a dura prova ogni settore socio-economico. È presto per formulare stime di qualsiasi tipo, è necessario capire e monitorare l’evoluzione e la diffusione della patologia per avere un insieme di informazioni tale da poter snocciolare dati ed emettere proiezioni.

E, come per tutti i comparti economici del nostro Paese, non è ancora chiaro cosa accadrà al mercato immobiliare e in particolare ai prezzi delle abitazioni residenziali. Non è detto, però, che gli effetti saranno solo negativi: alcune agenzie di rating stanno valutando il problema e gli elementi legati a questo evento, che potrebbero addirittura migliorare molti aspetti.

Ciò che ne uscirà sicuramente sfiancato sarà il nostro già sofferente PIL, il Prodotto Interno Lordo: secondo le prime indicazioni la crescita potrebbe dimezzarsi fino allo 0,5% – anche se ci sono speranze per la seconda parte dell’anno. Il dato confortante, se così possiamo definirlo, arriva dall’Unione Europea, che sta studiando misure economiche per incentivare le imprese e le famiglie. Ma anche, purtroppo, il coinvolgimento diretto di tutti i Paesi del Pianeta è un fatto positivo (pur nella tragicità del momento e di questa stessa affermazione): l’Italia avrebbe avuto infatti conseguenze ancora più dure se fosse rimasto uno dei pochi Stati a dover fronteggiare questa situazione contingente.

C’è da aspettarsi una frenata dell’incremento dei prezzi degli immobili, ma anche questo aspetto potrebbe non rivelarsi del tutto negativo se questo, nel breve termine, accelererà la vendita di proprietà fino ad ora difficili da trattare e per le quali la trattativa si sta rivelando improduttiva.
Se la frenata della crescita dei prezzi sarà contrastata da efficaci misure economiche da parte del Governo Italiano per il contenimento della crisi economica che potrebbe svilupparsi, potremo andare incontro addirittura a una inversione di tendenza che potrebbe far ripartire la crescita dei prezzi e delle compravendite.
Sono allo studio infatti soluzioni per favorire l’accesso al credito di famiglie e imprese e finanziamenti con costi contenuti.

È necessario che gli strumenti e le norme che saranno applicate siano davvero efficaci, affinché i disagi prodotti dall’eventuale incremento della disoccupazione e delle imprese costrette a chiudere o in forte crisi siano contenuti il più possibile: questo permetterà al mercato immobiliare di risentire in maniera minore dei contraccolpi negativi derivati dalla diffusione del coronavirus, limitando la discesa dei prezzi e contenendo le difficoltà di acquisto dei potenziali clienti.

© 2020, MORABITO IMMOBILIARE MILANO. RIPRODUZIONE RISERVATA