Distretto 69: Sarpi

Sarpi – Una città nella città: è la Chinatown di Milano a due passi dal Portello, dal Parco Sempione, da Pagano e da Brera, e poco di più dal Centro. Una location strategica che negli ultimi decenni è stata completamente riqualificata e dove le nuove fiorenti attività della popolazione cinese si sono perfettamente integrate con le antiche botteghe artigiane.

Noto all’inizio del secolo scorso come il Borgo degli Ortolani (per la presenza di cascine che producevano frutta e verdura), dal 1920 vede il progressivo insediamento della comunità cinese, che sceglie questa zona grazie agli edifici con ampi cortili già dotati di laboratori per le attività artigianali. Nel corso degli anni, la crescente importanza numerica e imprenditoriale di questa popolazione ha portato alla riqualificazione e allo sviluppo del quartiere in modo esponenziale.

Dal 2011 via Paolo Sarpi, cuore del distretto, è stata pedonalizzata: la passeggiata tra Porta Volta e corso Sempione è davvero piacevole. La zona limitrofa è a traffico limitato, dedicato ai residenti, quindi scegliere di abitare qui è garanzia anche di tranquillità.

Shopping

In via Canonica e in via Paolo Sarpi vale la pena di curiosare nelle vetrine, per scoprire negozi italiani di tradizione e shop cinesi di prodotti tecnologici e riparazione. Tra i primi, Alberto Favara Cinture (www.albertofavara.it), la Cappelleria Melegari dal 1914 (www.cappelleriamelegari.com), la storica Ottica Giudici (www.otticagiudici.it) e Re della Baita dal 1939, per ottimi salumi e formaggi, al n. 46 di via Paolo Sarpi.

Sport

Il quartiere è dotato di strutture sportive ben attrezzate. Tra queste, 20Hours Club Sarpi, (www.20hours.it), che offre corsi di fitness, yoga e Pilates per tutte le esigenze e ha anche la piscina. Al n. 7 di via Ceresio, la palestra Ceresio 7 GYM & SPA (www.ceresio7gym-spa.com) è un esclusivo centro benessere situato nello storico palazzo dell'Enel riconvertito in quartier generale di Dsquared 2 dai fratelli Dean e Dan Caten, completo anche di bar e ristorante.

Collegamenti

Mezzi di superficie: Tram: 1 - 2 - 4 - 10 - 12 - 14 Bus: 43 - 57 - 94

Metropolitana: M5 Gerusalemme - M5 Monumentale

Autostrade: A4 e A8

Green

Il Parco Sempione è l'area verde di riferimento: realizzato a fine '800 occupa 386.000 metri quadrati recintati e sorvegliati da videocamere. Otto percorsi vita attrezzati, un campo da pallacanestro, una grande area gioco per bambini e quattro spazi cintati riservati ai cani sono a disposizione di cittadini e turisti in ogni stagione. Interessante la vegetazione (dai cedri alle querce, dai cipressi ai tigli fino a ippocastani e magnolie, oltre a piante fiorite come ortensie, rododendri, camelie e rose antiche) e gli edifici al suo interno, tra i quali l'Arena Civica, l'Acquario e il Palazzo dell'Arte.

Food & Wine

In questo distretto dominato dai ristoranti cinesi, da qualche anno il nuovo trend è lo street food alla newyorchese. Ecco qualche location da segnalare, tutte in via Paolo Sarpi: Ravioleria Sarpi, al n. 27, specializzata in dim sum, i ravioli cinesi; BaoZi, al n. 47, punta su ravioli e baozi, i fagottini imbottiti; Fusho, al n. 50, offre fantastici roll di pesce, carne o vegetariani. Il takeaway consigliato è Collo d'Anatra, al n. 29, dove, tra le tante specialità vale la pena di provare, ovviamente, l'anatra. Per chi non sa rinunciare a location esclusive, Ceresio 7 Pools&Restaurant (www.ceresio7.com) è "il luogo" della zona: sul rooftop del palazzo liberty, che una volta ospitava gli uffici dell'Enel, offre un american bar all'aperto con vista unica sulla città, e un ristorante dove deliziarsi con i piatti di Elio Sironi.

Il Distretto 69 di Milano è anche sul Magazine Morabito Immobiliare