2° Rapporto 2019 dell’Osservatorio sul Mercato Immobiliare Nomisma: risalita dei valori per il residenziale.

Dalla nostra posizione privilegiata in qualità di associati dell’Osservatorio Immobiliare Nomisma vi informiamo sull’andamento del Mercato Immobiliare italiano.

Lo scorso 18 luglio presso l’Auditorium BNL di Roma è stato presentato il 2° Rapporto 2019 dell’Osservatorio sul Mercato Immobiliare, evento organizzato da Nomisma in collaborazione con BNL e BNP Paribas Real Estate, punto di riferimento per il mondo immobiliare e per l’economia del nostro Paese.

Durante i lavori è emersa chiaramente una incoraggiante ripresa del settore immobiliare, dopo la pesantissima crisi vissuta negli ultimi anni, nonostante una evidente fragilità economica delle famiglie e dei risparmiatori. Lo si evince dall’aumento delle transazioni e da un graduale miglioramento dei principali indicatori economici, oltre che da una diminuzione della scontistica sulle compravendite e da una apprezzabile contrazione dei tempi di vendita.

Su base semestrale emerge che le abitazioni usate hanno visto una risalita dei prezzi di vendita del +0,2% e questa inversione di tendenza rappresenta certamente il dato più eloquente circa l’irrobustimento di questa nuova fase favorevole.

Alcuni numeri a consuntivo 2018:
– 691.000 compravendite
– l’84% del totale riguarda il residenziale
– il 29,4% di chi ha acquistato una unità abitativa è rappresentato da soggetti di età compresa tra i 18 e i 25 anni
– su 572.732 abitazioni è stata richiesta l’agevolazione per la prima casa per 367.209 immobili.

La tendenza positiva prosegue anche nel primo trimestre di quest’anno con un aumento del +8,8%, che tuttavia risulta leggermente inferiore rispetto al trimestre precedente che si assesta sul +9,3%.
Le città di Milano e Roma hanno registrato il maggiore incremento dei volumi di compravendita, che hanno superato l’11%.

Dopo aver toccato il minimo nel 2013 assistiamo a una risalita dei prezzi del +0,2% per la prima volta proprio nel 2019 durante il primo semestre, che assieme a una tendenza positiva anche per le locazioni (+0,3% per il segmento abitativo nel primo semestre 2019), confermano il miglioramento in atto nel mercato immobiliare italiano.

Nonostante questi incoraggianti segnali Nomisma non esclude una nuova flessione a causa dell’indebolimento della prospettiva economica del prossimo biennio, auspicando un contenimento delle tensioni finanziarie per favorire gli investimenti immobiliari.

Dati: Nomisma – BNL – BNP Paribas – 2° Rapporto 2019 dell’Osservatorio sul Mercato Immobiliare

© 2019 – 2020, MORABITO IMMOBILIARE MILANO. RIPRODUZIONE RISERVATA