Distretto 59: tre torri

Tre Torri – Milano. Il futuro è vivere qui: un quadrato sulla pianta della città, dove c’era la Fiera di Milano, che ha cambiato lo skyline di Milano con i tre grattacieli, firmati da altrettanti archistar, adibiti a uffici di prestigiose aziende italiane e straniere. Una riqualificazione che ha previsto anche la costruzione di edifici abitativi e di un megacentro commerciale, City Life, circondato da spazi verdi totalmente e facilmente fruibili da chi sceglie di abitare in questa zona e aperti alla città. Un quartiere che coniuga residenze storiche di tradizione con servizi e palazzi futuribili che facilitano e rendono piacevole la vita di tutti i giorni.

Collegamenti

Mezzi di superficie: Tram: 19 Bus: 68

Autostrade: A4 e A8, tangenziale Nord

Metropolitana: M1 Amendola - M5 Tre Torri

Arte, Architettura & Design

Il Dritto, lo Storto, il Curvo: questi i soprannomi dei tre grattacieli che caratterizzano questa zona, affacciati su piazza Tre Torri. Progettati rispettivamente dal giapponese Arata Isoaki, dall'anglo-irachena Zaha Hadid e dall'americano Daniel Libeskind, ospitano gli uffici di Allianz, di Generali, di PWC. In questa vasta area non mancano le abitazioni residenziali di Hadid, circondate dal verde e di Libeskind, edifici ad alta tecnologia che offrono servizi e spazi interni a uso comune finora molto difficili da trovare, garantiscono un risparmio energetico e hanno basso impatto sull'ambiente.

Sport

Nel District è previsto uno spazio dedicato al padel (www.citypadelmilano.it), con 4 campi, spogliatoi e copertura invernale; sono previste lezioni per ragazzi e adulti con insegnanti altamente qualificati.

Non manca una struttura per gli amanti del tennis, CityLife Tennis Garden (mediolanumtennis.it/citylife), con 3 campi da tennis in resina e illuminati a led, uno scoperto e due coperti e riscaldati che permettono l'attività anche in inverno.

Shopping

32mila metri quadrati che danno spazio a più di 60 negozi tra abbigliamento, casa e accessori, tecnologia, cosmesi, e in più un salone d'esposizione per automobili, un centro benessere, una palestra, tre parrucchieri per donna e uomo, un department store, uno spazio di eno-gastronomia e un supermarket: questo è City Life Shopping District, progettato da Zaha Hadid, che offre anche 23 locali tra ristoranti, bar, paninerie e gelaterie e un cinema con sette sale. Non solo un luogo per fare shopping, ma dove è piacevole organizzare il proprio tempo libero.

Green

Dove c'erano i padiglioni fieristici oggi c'è un parco pubblico di 170.000 metri quadrati con zone alberate, percorsi pedonali, aree riservate agli animali, spazio giochi per i bambini e persino una zona coltivata a orto: un polmone verde tra i più grandi della città.

Food & Wine

La scelta è complicata a causa dell'ampia offerta, tutta di qualità. Ma primo su tutti è Peck, il gigante della tradizione gastronomica milanese approdato qui oltre che con con un negozio, e con il ristorante che offre le specialità della cucina meneghina e gli antipasti gourmet della casa.

Il Distretto 59 di Milano è anche sul Magazine Morabito Immobiliare

Credits immagine di testata: Adobe Stock